Blue News 

Intervista al Youtuber Adam Liviero: Logicamente Jim

12 Settembre 2014

Intervistiamo oggi Logicamente JIM: Adam Liviero. Brillante Youtuber con 3 canali al suo attivo e con centinaia di migliaia di follower. Adam è il fulcro dei GiappoTour dedicati ai videogames e alla pazza vita di Akihabara. Conosciamolo meglio!

Lo raggiungo telefonicamente e mi risponde sempre al primo squillo con grande entusiasmo. E’ questo che ci piace di Adam, è sempre allegro ed è dotato di una straordinaria umiltà nonostate (diciamolo) sia una stella del web!

Ciao Adam, ci racconti la tua esperienza su Youtube?

Sono nato nel 2007 su Youtube con “Jim 360”, canale chiuso per copyright. Nel 2011 ho aperto Logicamente Jim. Il nome Jim deriva dalla mia fissazione dell’epoca per Jim Morrison, personaggio che mi ha affascinato da sempre sia per le sue canzoni che per la strana vita di eccessi che ha condotto … inoltre in quel periodo ero fissato con la parola “logicamente”, il mio canale quindi non poteva che chiamarsi Logicamente Jim. Il primo canale è nato solo ed esclusivamente per recensire videogiochi, unboxing e per game play. Mi rendevo poi conto di avere altre cose da raccontare, per questo è nato il secondo canale che è in realtà un “salotto” per parlare di tutto. Recentemente ho aperto poi un canale interamente dedicato ai manga.

Ci dici quale è stato il primo videogioco con il quale hai giocato?

Me lo ricordo perfettamente: è Shinobi per SEGA mega drive ed avevo 6 anni. E’ stato un regalo da parte dei miei genitori. Il gioco era in un floppy che conteneva anche altri capolavori della SEGA. Questa passione è cresciuta poi negli anni, anche grazie al mio cugino più grande che aveva tanti giochi e tante console. Con gli anni poi mi sono appassionato sempre di più di giochi e console, anche quelle retrò.

L’ultimo videogioco con il quale hai giocato?

Attualmente sto giocando con Destiny per Xbox One.

Quali sono le tue produzioni preferite?

Indubbiamente le Giapponesi, perché fanno tantissimi giochi di ruolo come Final Fantasy, oppure giochi d’azione e psichedelici che mi piacciono particolarmente.... sono “robe” veramente atroci che mi appassionano tantissimo. Mi piacciono anche le produzioni americane come Halo e Gear of Wars.

A quali fiere sei stato?

Sono stato al Gamesweek a Milano, poi al Gamescone a Colonia, in Germania, e poi all’E3 a Los Angeles ed ovviamente al Tokyo Game Show in Giappone dove tornerò tra pochi giorni con GiappoTour. Sono stato anche al Verona Comics e parteciperò con Alessandro (amico da GiappoTour) al Lucca Comics.

Che rapporto hai con il tuoi follower e fan?

Nel 2011 avevo zero fan, in tre anni sono riuscito ad arrivare in 140mila. Per me sono veramente tantissimi e sono strepitosi … Mi sembra assurdo che ogni tanto qualcuno possa riconoscermi e chiedermi foto e autografo. Resto davvero sbalordito, in particolare nei raduni dove ritrovo poi gente di ogni età, non solo i giovanissimi … la trovo una cosa stupenda che mi mette sempre un po’ in imbarazzo.

Sono stato due mesi fa ad un evento a Milano nel quale un 55enne mi ha chiesto l’autografo, questo mi ha stupito, così come mi meraviglia vedere coppie di sposi che mi dicono di voler fare il viaggio di nozze in Giappone per partecipare allo Schifo Time!

Alcuni fan sono diventati grandi amici come per esempio per esempio Alessandro, Mirko, Michael e in genere quasi tutti quelli che viaggiano con me. Infatti la cosa bella dei GiappoTour è che si creano dei legami davvero forti e ogni volta scendono lacrimoni in aeroporto quando ci si saluta… abbracci interminabili e tristezza all’idea di lasciarsi.

Quando hai iniziato ad appassionarti di Giappone?

Con i primi cartoni animati, come Occhi di Gatto (che gnocche!). Non mi scorderò mai BIM BUM BAM, o Dragonball. Non scorderò mai nemmeno i Fratelli del destino! Mi piacevano molto anche i cartoni “femminili” come Sailor Moon… apprezzavo particolarmente la parte in cui le ragazze si spogliavano!

E i Manga, quando hai iniziato a leggerli?

Li ho sempre letti online, ma la voglia di acquistarli risale a 2 anni fa, dopo il mio primo viaggio in Giappone.

Quando hai deciso di andare in Giappone per la prima volta?

Già nel 2010 avevo l’idea di andarci, ma le agenzie avevano fatto delle proposte davvero troppo alte per le mie tasche. Non sarei mai riuscito a pagarmi un viaggio del genere.

Poi quando finalmente ho avuto i soldi, inizialmente pensavo di andarci da solo e ho contattato Marco Togni per avere informazioni. Dopo essermi ben informato sono riuscito a convincere Dheeba a viaggiare con me facendole leggere il libro “Giapponesi si nasce” di Paolo Soldano: giornalista che racconta pregi e stranezze del Giappone. Dopo questa lettura anche Dheeba si è innamorata di questo mondo fantastico.

Come è stato l’impatto appena arrivati?

Terribile! I primi due giorni in Giappone ero sconvolto e mi sarebbe piaciuto tornare a casa! Un pò per via del caldo perché era davvero insopportabile, un pò perché non riuscivamo inizialmente a trovare l’Hotel. Ero sconvolto e stanco, ma dopo essermi ripreso è andato tutto alla grande.

La prima cosa che sei andato a vedere a Tokyo?

Mi sono fiondato all’ultimo piano del Tokyo Metropolitan Building, a Shinjuku, per vedere la città dall’alto e sono rimasto senza fiato. Poi subito dopo Akihabara, Nakano (grazie a Marco Togni) e poi dopo 3/4 giorni abbiamo aggredito anche la parte antica. Gli ultimi 2 giorni siamo stati anche ai piedi del monte Fuji a Yamanashi; è stata una esperienza fantastica perché abbiamo visto la vera vita giapponese al di fuori delle città.

Come è nata la collaborazione con GiappoTour?

Mi ricordo ancora il momento … ero in pizzeria con mia sorella e con i miei nonni per una serata in famiglia e ho ricevuto una chiamata da Marco Togni. Già quella era una grande emozione, perché Marco non mi ha mai chiamato. Ho risposto subito e dopo avermi salutato mi disse: “Ti piacerebbe essere presente in un GiappoTour dedicato al Tokyo Game Show”… mi si è gelato il sangue e ho pensato inizialmente ad uno scherzo. Poi mi sono ripreso e ho capito che faceva sul serio. Così ho conosciuto tutta la squadra GiappoTour con Blueberry Travel e Andrea Secco.

In quanti GiappoTour sei già stato?

Il mio primo GiappoTour è stato il GT 6 Logicamente Otaku che ho accompagnato con Dheeba e con Andrea Secco, siamo stati a Tokyo per il Tokyo Game Show del 2013. Poi c’è stato il GT13 Kawabanga a Tokyo e Kyoto nell’aprile del 2014, ci sarà a giorni il GT20 Logicamente Otaku per il Tokyo Game Show 2014, e poi mi lancerò in una nuova avventura a Capodanno con il GT Game ON TOKYO per festeggiare Capodanno a Tokyo.

Nel tuoi GiappoTour ci sono dei repeters?

Assolutamente si! In particolare mi hanno fatto sapere che ho battuto il record di repeters! Insomma chi viaggia con me una volta poi vuole ripetere l’esperienza. Questo mi fa immensamente piacere.

Cosa comporta avere canale Youtube?

Sembra una cosa stupida perché l’apertura è gratis e chiunque può farlo, ma per avere un canale ben curato ci vogliono passione e impegno, in caso contrario è impossibile guadagnare l’attenzione del pubblico. Inoltre i contenuti dei canali devono essere curati, approfonditi e interessanti.

Youtube poi è un mondo davvero particolare, io purtroppo non seguo molto la community, credo che non sia premiante nei confronti dei youtuber più piccoli che sono sempre un po’ sacrificati.

Per questo fino a qualche mese fa tenevo la rubrica “Vai di Sponsor” nella quale cercavo altri canali da consigliare ed aiutare a crescere.

Altri Youtuber che apprezzi?

Prima di tutto Marco Togni e Andrea Secco, ma non solo per la collaborazione riguardante GiappoTour. Di Marco apprezzo la possibilità che offre a tutti di visitare il Giappone attraverso i suoi occhi. Marco inoltre è su Youtube da tantissimo tempo e il suo canale ha davvero infinite informazioni sul Giappone.

Seguo anche Matchalatte perché trovo il suo canale davvero grandioso con video divertenti sul Giappone e non solo. Tra i miei canali preferiti inoltre darkluxifer, thevigazoro, ariodb.

Ci dici quale è il gadget più strano che hai in casa?

La tetta antistress che si vede anche nei miei video. L’ho comprata in un negozio di Akihabara e credo che siano i 300 Yen meglio spesi di tutta la mia vita!

La cosa più normale e noiosa che usi?

Sembra impossibile, ma è il cellulare. Sono malato di tecnologia, ma lo uso davvero solo per comunicare.

Che cosa è lo schifo time?

Lo Schifo Time è una rubrica autoironica che ho inventato per il mio canale. Infatti in alcuni GAME PLAY confesso di essere veramente terrificante e mi piaceva l’idea di mostrare anche questi aspetti del gioco. In rete infatti si vedono solo GAME PLAY fantastici e con la rubrica Schifo Time volevo dimostrare che l’importante è divertirsi e non vincere a tutti i costi.

Andrea Secco ha poi “rubato” il nome Schifo Time chiamando così una rubrica nella quale mangiamo, ma non decentemente! La rubrica ha avuto un successo straordinario.

Adam quanti anni hai?

27 anni compiuti il 9 aprile

Cosa vuoi fare da grande?

Viaggiare e continuare ad avere a che fare con il mondo del viaggio, non necessariamente legandomi solamente al Giappone. Voglio scoprire il mondo e conoscere nuove culture, voglio vedere posti sempre nuovi.

Dove hai già viaggiato?

Sono stato in Croazia, ma ci vado ogni anno con la famiglia, sono stato in Spagna a Palma di Maiorca e sono stato in Jamaica. Qui mi ha impressionato vedere in spiaggia le coppie sposate che venivano avvicinate da alcuni ragazzi Jamaicani per sapere se le donne volessero “intrattenersi sessualmente” con loro … la cosa assurda è che lo chiedevano ai mariti, considerandola una cosa normalissima. Sembra uno scherzo, ma è la realtà! I mariti restavano sconvolti e poi scappavano!

Quale è il posto dove vorresti assolutamente andare?

Mi piacerebbe tantissimo andare oltre il Circolo Polare Artico per vedere l’aurora boreale, in Scandinavia o in Canada o Alaska, questo è secondario, purché sia a Nord ed in una terra estrema. Mi affascina l’idea di dormire in una baita mentre fuori ci sono -30°C.

Un posto che non ti interessa particolarmente?

L’India, per quanto debba essere stupenda, al momento non mi affascina particolarmente.

Come ti stai preparando al prossimo GiappoTour?

Non vedo letteralmente l’ora! In questi giorni mi sto preparando tantissimo e sto studiando dei percorsi da proporre al gruppo anche la sera.

Manda un messaggio al team GiappoTour

@marcotogni …. basta con la suspance nei video in cui mangi… metti il cibo in bocca e falla finita!

@andreasecco … pagami i diritti dello shifo time, maledetto!

@serenamatchalatte … non vedo l’ora di conoscerti!

@blueberrytravel … devo stare attendo a come parlare con Roberta se no sono guai… a parte questo vi amo.

ultimi articoli

Japan Pop in Franciacorta: vinci il Giappone con Blueberry
Blue News
12 Aprile 2018
Japan Pop in Franciacorta: vinci il Giappone con Blueberry

Visita la mostra Japan Pop in Franciacorta e vinci il Giappone con Blueberry Travel

Vinci un viaggio a Tokyo by Blueberry con UCI Cinemas e Ready Player One
Blue News
14 Marzo 2018
Vinci un viaggio a Tokyo by Blueberry con UCI Cinemas e Ready Player One

Sensazionale: la foto ritrovata nel diario di James Halliday rivela un Easter egg per vincere con ...