Blue News 

Intervista alla Travel Blogger Greta Dealessi di The Greta Escape

01 Dicembre 2015

Chi la segue sul web la conosce semplicemente come Greta, il suo sito www.thegretaescape.com è una vera e propria finestra sul mondo dei viaggi nel quale trovare articoli e informazioni utili sulle mete più affascinanti ed anche poco commerciali. Conosciamola un po’ di più attraverso questa breve intervista.

Raggiungiamo Greta telefonicamente ed ogni volta che parliamo con lei la sua voce è sempre serena e felice, ma diventa concentrata e precisa quando si parla di viaggi! Ci piace Greta perché nonostante il suo sito, il suo seguito e la sua esperienza di viaggio, ha mantenuto umiltà e dedizione al suo progetto come pochi travel blogger hanno fatto! Ecco la nostra chiacchierata:

Ciao Greta, raccontaci come hai iniziato questo lavoro?

Ho iniziato alcuni anni fa. Non sapevo dell’esistenza dei blogger e dei blog, ma ho sempre avuto due grandi passioni: la scrittura e la scoperta attraverso i viaggi, che ho sempre fatto in autonomia insieme a mio marito. Convinta quindi da Filippo (marito n.d.r.) ho iniziato a scrivere diari di viaggio e sempre Filippo li pubblicava in un blog che curava anche dal punto di vista tecnico. Si trattava di un sito statico dove principalmente si potevano trovare le mie impressioni e i miei diari di viaggio. Nel corso del tempo e con il susseguirsi dei viaggi, ho potuto rendermi conto del fatto che il mondo del travel blogging era molto più ampio ed articolato, ho quindi iniziato a modificare il mio sito trasformandolo in un blog in continua evoluzione.

C’è qualche blogger straniero che senti più vicino a te come interesse?

In particolare ce n’è uno che con me ha davvero poco a che fare come modo di raccontare le proprie esperienze, ma che mi affascina e diverte tantissimo! Il suo sito è dreameurotrip.com, è un ragazzo filippino di origine ma vive in Germania. L’ho conosciuto prima di persona perché abbiamo collaborato qui in Italia, e poi ho visto il suo blog rimanendone stupita!

Quanto punti sulle immagini per raccontare i tuoi viaggi?

All’inizio della mia esperienza di blogger mi sentivo più scrittrice che fotografa. Mi piaceva l’idea di raccontare i miei viaggi tramite la lettura. Ultimamente però mi appassionano molto di più le foto rispetto agli scritti, probabilmente perché le immagini riescono a catturare meglio certe emozioni. Ora ho sempre una macchina fotografica con me ed il mio modo di scattare è molto veloce ed immediato, forse per questo riesco a cogliere certi aspetti improvvisi ed emozionanti dei miei viaggi.

Ci racconti il tuo primo viaggio?

Un viaggio studi a Londra durato un mese nel lontanissimo 96! Non vedo più Londra da allora, nonostante sia relativamente vicina. In effetti in Europa sono tante le mete che ancora non ho affrontato… per esempio non sono ancora stata in Spagna.

Qual è il viaggio più bello che hai fatto?

Direi senza esitazione il recente viaggio in Giappone, anche se gli mordono i talloni la Bolivia ed il Perù, esperienze che ho fatto lo scorso anno. Anche la Norvegia è una meta per me indimenticabile, Dal punto di vista naturalistico è in assoluto il posto più bello che ho visto. Inoltre in Lapponia norvegese mi sono sentita a casa, perfettamente accolta in un angolo di mondo protetto da tutto direttamente dalla natura. Ricordo che al nostro arrivo, dopo aver ritirato l’auto a noleggio, siamo stati accolti da una spettacolare aurora boreale che ci ha fatto compagnia durante il tragitto.

Qual è il viaggio più brutto che hai fatto?

Quando mi fanno questa domanda restano sempre tutti un po’ stupiti dalla risposta, ma senza alcun dubbio ti rispondo Cuba: non mi è per niente piaciuta. Ci sono stata due volte, una prima da sola in villaggio ed una seconda per un fly&drive con mio marito. Navigando sul web ho notato che Cuba ha in effetti un pubblico diviso a metà: chi la ama e chi ne resta deluso.

Qual è Il viaggio che ancora manca all’appello e che vorresti assolutamente fare?

Troppi…!

Un viaggio che mi piacerebbe molto fare tratta l’Alaska e/o Groenlandia anche se al momento sono abbastanza difficili da adattare al nostro modo di viaggiare. La Groenlandia richiede un tipo di turismo lento e molto programmato anche negli orari della giornata, noi invece siamo viaggiatori veloci e improvvisatori. Anche l’Islanda mi interessa particolarmente, deve essere un mondo davvero particolare.

Quanto conta secondo te la compagnia del viaggio per apprezzarlo?

Credo valga il 100%! Non sono una ”solo traveller”, per me viaggiare con qualcuno è fondamentale. Con la persona giusta non avrai mai difficoltà ad inserirti perfettamente nel mondo che stai visitando o a conoscere altre persone. Ho la fortuna di viaggiare ancora tanto con mio marito, che è l’incaricato di programmare tutti gli itinerari, e in realtà una buona parte degli articoli presenti sul blog porta la sua firma.

Viaggiare tutta la vita?

Si, ma in modo diverso. La vita del viaggiatore è come… la vita! Fatta di fasi e di evoluzioni. Per ogni periodo c’è una evoluzione, ci sono mete diverse e modi di viaggiare diversi. Ciascuno di noi cerca cosa diverse dalle esperienze di viaggio e ci sono fasi ed età nelle quali si ha bisogno di viaggi dalle emozioni più frivole e fasi nelle quali si cercano emozioni più profonde.

Qualunque siano le fasi della mia vita, però, non smetterò mai di viaggiare!

Il mirtillo: Greta Dealessi Interview

Vuoi seguire Greta nei suoi viaggi? Ecco come:

Sito |  Twitter |  Facebook |  Instagram

ultimi articoli

Japan Pop in Franciacorta: vinci il Giappone con Blueberry
Blue News
12 Aprile 2018
Japan Pop in Franciacorta: vinci il Giappone con Blueberry

Visita la mostra Japan Pop in Franciacorta e vinci il Giappone con Blueberry Travel

Vinci un viaggio a Tokyo by Blueberry con UCI Cinemas e Ready Player One
Blue News
14 Marzo 2018
Vinci un viaggio a Tokyo by Blueberry con UCI Cinemas e Ready Player One

Sensazionale: la foto ritrovata nel diario di James Halliday rivela un Easter egg per vincere con ...