Corea del Sud 

Cosa vedere in 2 giorni a Seoul

18 Ottobre 2017

Seoul, la capitale della Corea del sud, offre un’ampia gamma di attrazioni adatte sia per chi desidera un viaggio di relax che per chi invece preferisce un’esperienza più movimentata e festaiola. Nonostante i posti da visitare siano tanti e si nascondano dietro anche agli angoli più remoti della città, cercheremo oggi di stilare una lista dei luoghi che vanno assolutamente visitati se si vuole avere un’esperienza breve, ma intensa, in questa frenetica capitale asiatica.

Immersione nella cultura coreana

Palazzo Imperiale Gyeongbokgung

Essendo il più grande e maestoso dei cinque palazzi che si trovano a Seoul, il Gyeongbokgung è solitamente la prima tappa di ogni viaggio in questa città. Distrutto da un incendio durante il periodo della dominazione giapponese (1592-1598), è stato successivamente ricostruito durante il regno di re Gojong. Si trova a nord della città ed il suo nome, tradotto in italiano, significa “Palazzo della Felicità Luminosa”.  È composto da un totale di 7.700 stanze che si estendono per tutta la grandezza del palazzo, nel quale si trova anche un maestoso giardino con all’interno un lago.

Il palazzo è aperto tutto l’anno: in ogni stagione ha un fascino diverso sempre nuovo e da riscoprire.

Dal Gyeongbokgun è anche possibile accedere direttamente a Cheong Wa Dae, la nota casa blu, sede del presidente della Corea, al National Palace Museum of Korea e al National Folk museum. La visita a questo palazzo garantisce quindi un esperienza a 360° della cultura coreana.

Bukchon Hanok Village

Situato poco lontano dal palazzo imperiale, il Bukchon Hanok Village è il più grande complesso di case tradizionali coreane che si può trovare in città. Le case sono state costruite 600 anni fa, ma sono ancora abitate da importanti esponenti della politica coreana. La sua posizione strategica, in cima ad una collina nella parte nord di Seoul, garantisce una vista mozzafiato su gran parte dell’estensione della città, da li infatti si possono vedere non solo i palazzi principali, ma anche la Namsan Tower e il fiume Cheonggyecheon.

Le case tradizionali, Hanok, sono perfettamente conservate ed è possibile visitarle con dei tour guidati. Molte di queste, inoltre, sono state trasformate in case del te, ristoranti e hotel dando la possibilità ai turisti di sperimentare la vita coreana di 600 anni fa.

Palazzo Changdeokgung e Secret Garden

È il palazzo meglio conservato tra quelli di Seoul ed è stato residenza di molti re sin dal 1405. Come il Gyeongbokgung venne bruciato dal fuoco durante l’invasione giapponese e successivamente è stato ricostruito nel 1611.

Oltre alla maestosità delle sale e delle stanze che vi si trovano all’interno, questo palazzo viene visitato specialmente per il suo giardino, noto come Secret Garden. Si tratta di un bosco quasi completamente incontaminato dalla mano umana, infatti presenta solo un piccolo templio al suo interno, attorniato da un lago naturale. Era il luogo di relax e svago per i re che vi abitavano e tutt’oggi è stato preservato in tutto il suo splendore. Mentre in estate diventa un luogo di rifugio dal caldo della città, in inverno la neve che lo ricopre ricrea un atmosfera mistica. I periodi in cui viene più visitato, però, rimangono l’autunno e la primavera, quando i colori sgargianti delle foglie o le tonalità pastello dei fiori, lo rendono molto pittoresco. 

Samcheong-dong e Insadong

Questi due quartieri, situati uno di fianco all’altro dopo il villaggio di Bukchon, sono il luogo ideale per rilassarsi dopo le lunghe passeggiate nei palazzi vicini. Sono il punto di ritrovo tra l’arte tradizionale e la modernità, infatti sono sede di diverse gallerie ed esposizioni di noti artisti locali. Passeggiando per le vie di questi quartieri, si possono trovare sia centri commerciali che rivendono prodotti tradizionali spesso fatti a mano e di alta qualità, che molti ristoranti e bar di cucina tipica coreana in cui passare un pomeriggio rilassante provando i sapori dei piatti e delle bevande tradizionali.

Queste due aree, per mantenere viva la tradizione coreana, offrono anche diverse esperienze culturali, tra cui la più popolare è quella di indossare l’Hanbok, il vestito tradizionale coreano.

Shopping e svago

Myeongdong

È probabilmente la prima tappa per ogni turista interessato allo shopping. Questa zona è infatti brulicante di turisti e vanta una vastissima scelta di negozi, anche internazionali, in cui è possibile acquistare qualsiasi genere di vestiti, trucchi e creme. Sono infatti proprio questi ultimi ad essere i più popolari nella zona.

È il luogo ideale anche per chi ricerca una varietà di ristoranti più ampia. Oltre ai classici ristoranti coreani, infatti, se ne possono trovare molti anche di cinesi, giapponesi, italiani, tailandesi ecc.

Namsan Tower

È situata in cima alla collina che si eleva dalla zona di Myeongdong e sta acquistando sempre più popolarità come meta turistica notturna, non solo perché viene spesso usata come set dei più popolari telefilm coreani (drama), ma soprattutto perché, condizioni meteo permettendo, offre una vista molto suggestiva della capitale coreana. È possibile raggiungere la cima della torre utilizzando prima la cabinovia e poi prendendo un ascensore. Molti, poi, ammaliati dalla vista, decidono anche di rimanere a cenare nel ristorante che si trova proprio in cima alla torre.

Dongdaemun

Per tutti quelli che, invece di uno shopping più internazionale come quello che si può fare a Myeongdong, preferiscono vestiti più in stile coreano e allo stesso tempo a poco prezzo, la zona di Dongdaemun è l’ideale. Vi si trovano 3-4 enormi palazzi al cui interno ci sono centinaia di bancarelle di vestiti. Questi vengono tutti prodotti nei laboratori dei sarti della zona, che è possibile trovare addentrandosi nelle piccole viuzzole della periferia dell’area. Oltre al mercato dei vestiti, per i visitatori dai gusti più raffinati, c’è anche il nuovissimo Dongdaemun Design Plaza, un colosso in metallo in stile post-moderno che non solo ospita negozi di noti designer coreani, ma è anche sede della settimana della moda di Seoul e di diverse manifestazioni artistiche.

Hongdae e Gangnam

Sono le due zone della vita notturna per eccellenza. La prima per un target più giovane, di universitari, la seconda invece più sofisticata e solitamente preferita da giovani professionisti e uomini in carriera. Entrambe sono brulicanti di bar, discoteche e nightclubs e, mentre di giorno sono predilette per lo shopping o per una passeggiata rilassante, di notte si trasformano, le strade si riempiono di giovani alla ricerca della festa e si sente musica da discoteca.

Hongdae è prediletta particolarmente dagli artisti, infatti per le strade si trovano molti artisti di strada che cantano e ballano tutta la notte, mentre Gangnam è più popolare per i locali sofisticati, un po’ in stile occidentale.

 

Persi in Corea

per Blueberry Travel

Segui Persi in Corea

Persi in Corea | Youtube Facebook Twitter | Instagram | Google+

 

Se vuoi visitare la Corea del Sud, non perdere le nostre proposte

Potrebbe interessarti

Viaggio individuale
Finalmente Seoul
6 notti
Corea del Sud
Finalmente Seoul

Viaggio di 8 giorni e 6 notti a Seoul con accoglienza in italiano e tour guidato della città con itinerario giornaliero dettaglia ...

Da 1090 € scopri di più
Viaggio individuale
Essenza di Corea
8 notti
Corea del Sud
Essenza di Corea

Viaggio in Corea del Sud di 10 giorni, 8 notti, con accoglienza in aeroporto del nostro personale italiano e con Koreil Pass.

Da 1690 € scopri di più

ultimi articoli

Come e dove cambiare Euro in Won
Corea del Sud
02 Agosto 2017
Come e dove cambiare Euro in Won

Ecco i consigli delle ragazze di Persi in Corea, per cambiare gli Euro in Won

Raggiungere Seoul dall'aeroporto di Seoul-Incheon
Corea del Sud
07 Dicembre 2016
Raggiungere Seoul dall'aeroporto di Seoul-Incheon

Come si raggiunge Seoul dall'aeroporto di Seoul-Incheon? Lo spieghiamo in questo articolo!