Giappone GiappoTour 

Esperienza in Ryokan ad Hakone by Francesca Turchi di Travel's Tales

20 Dicembre 2017

Una delle esperienze da provare assolutamente durante un viaggio nel Paese del Sol Levante è senz’altro quella di dormire in un ryokan, il tradizionale albergo giapponese. Vivere la vera esperienza del ryokan è un’occasione unica per avvicinarsi alla cultura giapponese e sperimentarne l’ospitalità e lo stile di vita.

Innanzitutto, che cos’è un Ryokan?

Il ryokan è un albergo tradizionale giapponese composto da stanze, costruite secondo l’antica architettura giapponese, che variano per numero e tipologia in base al tipo di ryokan scelto (si va da quelli di lusso a quelli tradizionali fino a quelli standard).

Quando si entra per la prima volta in un ryokan ci si trova come catapultati in un cartone animato giapponese, in una di quelle tipiche case che abbiamo sempre visto negli anime quando eravamo bambini. Appena si entra si riceve il benvenuto con la gentilezza e cordialità che sono sinonimo da sempre dell’accoglienza giapponese e che, in strutture tipiche come queste, è ancor più intimo e cordiale.

Nel ryokan si sta scalzi

La prima cosa da sapere quando si alloggia in un ryokan è che qui si entra sempre scalzi. Al momento dell’arrivo, prima di entrare nella struttura, bisogna infatti depositare le proprie scarpe nelle apposite scarpiere all’entrata e indossare i geta, i sandali tradizionali di legno.

In alternativa, i sandali si possono trovare una volta entrati nella propria camera, nel disimpegno, e rivolti verso l’uscita: questo perché i geta si indossano solo negli spazi comuni del ryokan e mai all’interno della camera, dove si cammina rigorosamente scalzi.

Nel ryokan si dorme nel futon sul tatami

La camera tradizionale giapponese difatti è composta da pavimenti coperti da tatami, e ancora, da pareti in carta di riso e porte scorrevoli sia interne sia – spesso - esterne che danno accesso ad una veranda con vista su un giardino o su un bel panorama.

L’arredamento è essenziale e curato nei minimi dettagli con tavolini bassi per gustare il tè e il futon, il morbido materasso disposto per terra sul pavimento formato da tatami, che viene allestito prima di andare a dormire.

Quando si prende possesso della propria camera, i futon non si trovano sul pavimento, ma sono riposti piegati all’interno dell’armadio. Solo più tardi, dopo l’orario di cena, vengono posizionati dal personale del ryokan sui tatami, pronti per usufruirne per la notte.

Indossare lo Yukata

Per godere appieno dell'atmosfera del ryokan ed immergersi in quello che è lo stile di vita giapponese, ogni cliente può indossare lo yukata, la versione estiva del kimono, che si suole indossare negli spazi comuni del ryokan assieme ai geta.

Lo yukata è messo a disposizione del ryokan e si trova riposto in camera, slitamente nell’armadio come avviene anche per i futon.
Indossare lo yukata è molto semplice ma spesso nei ryokan si trovano anche i fogli con le spiegazioni su come procedere con la vestizione. Ricordatevi che, come avviene per il kimono, il lato sinistro dell’indumento va sovrapposto sul lato destro. Infine va usato l'obi, la cintura apposita che viene legata in vita per chiudere lo yukata, sia femmiline che maschile.

In alcuni ryokan inoltre è possibile vivere altre due esperienze davvero uniche.

La prima è l'esperienza dell'alta cucina giapponese con la cena in stile Kaiseki, l’espressione culinaria forse più raffinata. La cena, che può essere servita privatamente in camera oppure nella sala comune del ryokan assieme agli altri clienti, generalmente è costituita da molte piccole porzioni bellissime, minuziosamente preparate e così buone da lasciarmi senza parole (tra cui il sashimi di pesce, il beef da cucinare alla piastra, molte verdure e tuberi). La cena in ryokan viene servita molto presto, a partire dalle ore 18.

L’altra esperienza che alcuni ryokan giapponesi mettono a disposizione dei propri clienti sono le onsen, le acque termali giapponesi. Questi bagni molto amati dai giapponesi, rigorosamente separate tra uomini e donne, consentono di immergersi in acque caldissime dove poter rilassare sia il corpo che la mente. Le onsen dei ryokan possono essere interne e/o esterne.

Francesca Turchi

Vuoi seguire Francesca sui social? ecco come:

Sito | FacebookTwitterInstagram

Potrebbe interessarti

Viaggio individuale
Giappone per Gaijin
12 notti
Giappone
Giappone per Gaijin

Volete scoprire la vostra anima orientale? Vivete il Giappone come non avete mai immaginato. Metropoli futuriste e paesaggi mozzaf ...

Da 2190 € scopri di più
Viaggio individuale
Sogno giapponese
11 notti
Giappone
Sogno giapponese

Questa esperienza di viaggio Blueberry Travel è stata studiata per svelarvi alcuni dei luoghi più suggestivi del paese del sol ...

Da 2150 € scopri di più

ultimi articoli

Viaggio in Giappone: 5 buoni motivi per NON prendere la colazione in hotel
Giappone
25 Agosto 2018
Viaggio in Giappone: 5 buoni motivi per NON prendere la colazione in hotel

Questi sono 5 motivi per cui dovreste valutare con attenzione di non acquistare la prima colazione ...

Viaggio in Giappone, IC card per i mezzi pubblici: Suica, Pasmo o Icoca?
Giappone
09 Maggio 2018
Viaggio in Giappone, IC card per i mezzi pubblici: Suica, Pasmo o Icoca?

Ecco un articolo nel quale vi diciamo come spostarvi in Giappone con i mezzi pubblici e quali card ...