Giappone GiappoTour Asia 

Pocket WiFi: strumento utilissimo per un viaggio in Giappone

19 Giugno 2019

Nel mio ultimo viaggio ho utilizzato e testato il servizio di pocket WiFi in Giappone fornito da Blueberry Travel. Si tratta di un servizio di WiFi portatile che consente di avere libero accesso in mobilità ad internet ovunque ci si trovi e senza limiti di tempo. Qualcuno le chiama amichevolmente “saponette wifi”, in realtà si tratta di un router wifi portatile estremamente comodo perché può essere trasportato nello zaino o in borsa.

Dopo averlo provato di persona, lo consiglio assolutamente a chiunque abbia intenzione di prenotare un viaggio in Giappone.

Noleggio del pocket WiFi in Giappone: ovvero accesso ad Internet mobile illimitato

Nonostante le grandi città giapponesi siano all’avanguardia e rappresentino nel nostro immaginario la nostra idea di “città del futuro”, trovare una connessione wifi libera in Giappone non è impresa poi così semplice. Non tutti i locali (bar o ristoranti) offrono infatti questo servizio e trovare un accesso gratuito ad internet mentre ci si sposta su e giù per il Giappone può risultare piuttosto complicato.

Una soluzione pratica a questo problema è quindi noleggiare un pocket wifi, ovvero un piccolo apparecchio portatile che consente di avere un accesso ad internet sempre con sé.

In Giappone senza wifi: opinioni a confronto

Se pensate che il wifi non sia poi così indispensabile, fatevelo dire: forse vi state sbagliando. Anche io la pensavo così, ero anzi convinta che viaggiare in Giappone in modalità offline fosse un’esperienza più autentica. E per certi versi lo è: perdersi tra le viuzze di Tokyo mentre si cerca di raggiungere un ristorante è un’esperienza che tutti dovrebbero provare prima o poi.

Ma in altre occasioni, avere una connessione internet può facilitare la vita! E non poco! Per darvi un’idea: questo era il mio quinto viaggio in Giappone, posso dire di conoscere abbastanza bene questo Paese, riesco a muovermi nella stazione di Shinjuku senza perdermi e sono in grado di uscirne viva senza una mappa in mano. Non per vantarmi, ma non è da tutti. Nonostante questo ho trovato estremamente utile avere il wifi sempre a disposizione. Se non mi credete, lasciate che vi dia qualche esempio sull’utilità di questo servizio.

Perché è utile dotarsi di wifi portatile in Giappone

In primo luogo, il wifi portatile, vi consentirà di utilizzare il navigatore per muovervi nei vostri spostamenti e raggiungere le tappe che vi siete prefissati o di accedere al servizio di mappe di Blueberry Travel. Come dicevo, perdersi in centro a Tokyo è un’esperienza meravigliosa, a patto che abbiate tempo a disposizione e non dobbiate prendere uno shinkansen per Kyoto. In questo caso, cioè se dovete correre a prendere un treno oppure se avete prenotato l’ingresso ad un museo e dovete essere certi di arrivare in tempo, avere accesso al navigatore ed essere certi di arrivare in tempo potrebbe facilitarvi la vita.

Un secondo utilizzo del wifi che ho trovato molto utile è la possibilità di accedere ad app o siti per la traduzione. Questo vi consentirà di leggere un menù scritto esclusivamente in giapponese e capire se state ordinando un’insalata oppure fegato di pollo. Una volta, in un negozio di dischi, ho chiesto un’informazione ad una commessa, ma non riuscivo a capire quello che mi stesse rispondendo. Lei stessa mi ha chiesto di utilizzare Google per la traduzione (a dire il vero mi ha chiesto di utilizzare Guguru). Anche in questo caso, il mio pocket wifi ha risolto brillantemente la situazione (per la cronaca, la commessa mi stava dicendo che il disco che cercavo non era disponibile, mannaggia).

Avendo a disposizione una connessione Wifi potrete utilizzare whatsapp per telefonare a casa, in Italia. Beh, ma questo lo posso fare anche dall’hotel utilizzando il wifi della camera, direte voi! Certo, è vero! Dovreste però considerare che in Giappone il fuso orario è di 8 ore e sincronizzarsi con gli orari italiani non è sempre facile. Svegliarsi alla mattina e telefonare a casa non è consigliato, dato che rischiereste di far saltare giù dal letto i vostri cari con una telefonata in piena notte. Al contrario, potreste aspettare alla sera e telefonare una volta rientrati in hotel, in questo modo però la vostra telefonata potrebbe arrivare in orario di ufficio e i vostri cari potrebbero essere impegnati o non disponibili. A me è capitato in passato, non è così semplice come sembra. Avere il pocket wifi sempre con voi durante il giorno, vi dà la flessibilità di poter chiamare casa nel momento che preferite e che è più comodo per voi e per chi vi sta aspettando in Italia.

Ultimo, ma da non sottovalutare, anche il lato ludico di internet non va dimenticato: con il pocket wifi avrete libero accesso ai social in tempo reale e sarete liberi di postare le vostre foto, girare video in diretta e controllare la posta ovunque voi siate.

Pocket wifi in Giappone: come funziona

Se siete curiosi di sapere come funziona il pocket wifi in Giappone, state sereni: è facile come bere un bicchier d’acqua.

Il pocket wifi è un piccolo router portatile, in effetti ha le dimensioni di una saponetta o, se preferite, di un pacchetto di caramelle. Per accenderlo è sufficiente pigiare il tasto di accensione. La prima volta dovrete inserire nel vostro smartphone la password di accesso. Nelle connessioni successive sarà lo smartphone che in automatico identificherà la rete del vostro wifi e si aggancerà automaticamente. Tutto qui.

Il pocket wifi, ovviamente, va ricaricato attaccandolo ad una presa elettrica come un normalissimo dispositivo elettronico. Io lo ricaricavo ogni sera e la carica era sufficiente per coprire un’intera giornata.

Ritiro e riconsegna del pocket wifi in aeroporto

Ho ritirato il mio pocket wifi direttamente all’aeroporto. Tra l’altro, avendo a disposizione anche il servizio "In Giappone Mai Soli", sono stata accompagnata al punto di consegna del pocket wifi direttamente dal mio assistente italiano: un servizio davvero impeccabile. Al banco del servizio wifi ho mostrato la stampa della mia prenotazione e mi è stato consegnato il mio apparato. La ragazza al banco mi ha mostrato come accendere il wifi e come inserire la password e si è accertata che tutto funzionasse. Semplice e velocissimo. 

In fase di partenza per l’Italia, ho riconsegnato il mio pacchetto esattamente allo stesso banco in aeroporto.

Dotazione inclusa nel mio pocket wifi giapponese

All’interno della busta che ho ritirato in aeroporto ho trovato:

  • Il pocket wifi, la famosa saponetta wifi
  • Il cavo per la ricarica
  • Un foglio con le istruzioni per il funzionamento e per la riconsegna
  • Un astuccio per contenere il tutto

Semplice ed efficace. La ragazza al banco dell’aeroporto mi ha gentilmente omaggiato una borsa di tela per trasportare il tutto in maniera agile, dato che avevo con me anche le valige e le carte per le prenotazioni.

 

Nicoletta Sala - One Two Frida

I social di Nicoletta:

Blog - Facebook - Instagram YouTube Twitter 

 

Se volete saperne di più su come noleggiare il vostro pocket wifi potete leggere l'apposito articolo: QUI

Potrebbe interessarti

Viaggio individuale
Giappone per Gaijin
12 notti
Giappone
Giappone per Gaijin

Volete scoprire la vostra anima orientale? Vivete il Giappone come non avete mai immaginato. Metropoli futuriste e paesaggi mozzaf ...

Da 2250 € scopri di più
Viaggio individuale
Sogno giapponese
11 notti
Giappone
Sogno giapponese

Questa esperienza di viaggio Blueberry Travel è stata studiata per svelarvi alcuni dei luoghi più suggestivi del paese del sol ...

Da 2250 € scopri di più

ultimi articoli

Come noleggiare Il pocket wifi in Giappone
Giappone
13 Luglio 2019
Come noleggiare Il pocket wifi in Giappone

Irriducibili di instragram, facebook e social network vari? Dipendenti dalla rete per quasi 24 ore ...

Viaggio in Giappone: top 5 delle escursioni in giornata da fare da Tokyo
Giappone
10 Luglio 2019
Viaggio in Giappone: top 5 delle escursioni in giornata da fare da Tokyo

Volete trascorrere una giornata lontano dai grattacieli e dal “caos calmo” di Tokyo? Ecco i ...