Blue News 

Tour Operator Abusivi: la guida per riconoscerli

04 Aprile 2017

Internet è un mondo fantastico quando si parla di viaggi: ricco di informazioni, proposte e tante notizie interessanti. Ma com’è possibile difendersi dagli abusivi? E come riconoscere un Tour Operator con regolare licenza da uno non abilitato a fare questo lavoro? 

Ecco 5 utili consigli per accertarvi di acquistare il viaggio da un Tour Operator in regola

Primo Consiglio: Controllate la licenza

Per poter esercitare l’attività di Tour Operator o Agenzia Viaggi, è necessario avere una regolare licenza. La legge attualmente in vigore prevede inoltre la presenza di una specifica figura professionale, il Direttore Tecnico, il quale deve essere iscritto a un albo regionale che lo abilita alla richiesta della licenza ed allo svolgimento del lavoro in questione.

Gli albi dove sono iscritti le agenzie di viaggio /Tour Operator ed anche gli albi dove sono iscritti i direttori tecnici, sono pubblici, pertanto NON affidatevi MAI a chi non dispone di licenza o non pubblica gli estremi della licenza sul proprio sito (nel nostro sito è presente alla voce Contatti)

Secondo Consiglio: Polizza Assicurativa Responsabilità Civile

Qualsiasi soggetto che organizza viaggi (sia esso Tour Operator o Agenzia di Viaggi), deve essere obbligatoriamente dotato di Polizza Assicurativa per Responsabilità Civile

La polizza in questione non ha nulla a che vedere con le polizze medico/bagaglio o annullamento viaggio. Si tratta di un Assicurazione che serve per tutelare il Tour Operator (o Agenzia di viaggi) e lo stesso viaggiatore in caso di gravi problemi organizzativi, mancanze o problematiche.

Accertatevi che il Tour Operato (o Agenzia di Viaggi) dal quale volete comprare il viaggio, abbia questa polizza obbligatoria (trovare gli estremi della nostra sul nostro sito alla pagina contatti).

Terzo Consiglio: Leggete il contratto viaggio

Le condizioni generali di vendita e il contratto di viaggio sono (generalmente) standard e vengono utilizzate da tutti i Tour Operator autorizzati. Sappiate inoltre che, così come previsto dal codice del turismo, l’importo massimo che può essere richiesto a titolo di acconto non può superare il 25% del prezzo complessivo del viaggio.

Può esservi richiesta una cifra maggiore solamente qualora i biglietti aerei debbano essere acquistati subito o qualora debba essere emessa una polizza annullamento viaggio. Controllate sempre con attenzione l’importo dell’acconto richiesto e non abbiate paura di chiedere spiegazioni su percentuali maggiori del 25%.

Quarto Consiglio: Informatevi sulla Società chiedendo referenze

Se si tratta di un Tour Operator o di una agenzia, ci sarà senza dubbio un sito internet da visitare. Questo però non basta per avere informazioni. Chiamate la Camera di Commercio alla quale la società è registrata (deve esserlo obbligatoriamente) e chiedete informazioni. Oppure contattate la sede italiana dell’Ufficio del Turismo del Paese nel quale volete recarvi, chiedendo informazioni circa il Tour Operator o Agenzia di Viaggio. 

In alternativa contattate la filiale della Banca nella quale il Tour Operator o l’agenzia hanno il conto in banca, per accertarvi che sia tutto ok.

Quinto consiglio: Contratto e Fattura

Accertatevi che la documentazione a voi rilasciata sia regolare e senza alcun problema. Prima del viaggio dovrà seguire il contratto da sottoscrivere e al momento del saldo dovrà pervenire anche la fattura. Se il viaggio sarà organizzato come “pacchetto” il regime fiscale si chiamerà 74TER.

E se compro lo sotesso da un abusivo, che mi succede?

Questi consigli vi serviranno a capire come riconoscere un venditore di viaggio abusivo da uno autorizzato.

Acquistare un viaggio da un rivenditore abusivo mette a grave rischio i risparmi del viaggiatore.

Infatti il Tour Operator o l’Agenzia di Viaggio, in caso di problematiche, è obbligato ad assistere il viaggiatore per fornire assistenza, anche tramite riprotezioni se questo è necessario. I Tour Operator / agenzie di viaggio abusivi, non conoscono questi obblighi e non li praticano (proprio perchè non sanno in cosa consiste il lavoro).

Se vi rendete conto che c'è qualcosa che non va, segnalatelo subito all'anti-trust o ad una associazione consumatori.

Non vorrete certo rischiare di mandare a monte il vostro viaggio affidando l’organizzazione (ed i vostri risparmi) ad una persona non autorizzata a farlo?

 

Tutte le nostre autorizzazioni cliccando qui

Non ti basta?

Chiama un Ente del Turismo con il quale collaboriamo, trovi le nostre collaborazioni cliccando qui

ultimi articoli

Differenza tra viaggio di gruppo e viaggio individuale
Blue News
12 Giugno 2017
Differenza tra viaggio di gruppo e viaggio individuale

Vediamo insieme la differenza tra un viaggio di gruppo ed un viaggio individuale in termini di organ ...

Blueberry al Be Nordic Roma
Blue News
03 Maggio 2017
Blueberry al Be Nordic Roma

Blueberry è al Be Nordic Roma, il 6 e 7 maggio. L'evento si svolgerà nella splendida cornice ...