Contattaci
Parla con noi

Differenza tra aurora boreale e sole di mezzanotte

Facebook
Twitter
LinkedIn

I territori al di sopra del circolo polare artico, sono caratterizzati da due fenomeni astronomici curiosi e affascinanti: il sole di mezzanotte, che si verifica in estate, e la notte polare che si verifica in inverno.

Sole di mezzanotte

 

In prossimità del solstizio estivo, a causa dell’inclinazione dell’asse di rotazione della Terra, a latitudini superiori a 66°33‘ il Sole non scende mai sotto l’orizzonte, e quindi non cala mai la notte anche per 17 giorni consecutivi.

La notte polare

 

(o semplicemente buio di mezzogiorno) è un fenomeno astronomico che si verifica sopra il Circolo polare artico: durante l’inverno, a causa dell’inclinazione dell’asse terrestre, il sole non sale mai sopra l’orizzonte e quindi è notte per tutto l’arco della giornata. In realtà pur non vedendo mai il sole sorgere, è possibile avere qualche ora di luce crepuscolare.

L’Aurora Boreale 

(da noi chiamata “La Fata Verde”) è un fenomeno ottico dell’atmosfera caratterizzato principalmente da bande luminose colorate dette archi aurorali. Il fenomeno è causato dall’interazione di particelle cariche (protoni ed elettroni) di origine solare (vento solare) con la ionosfera terrestre. Tali particelle eccitano gli atomi dell’atmosfera che diseccitandosi in seguito emettono luce di varie lunghezze d’onda. A causa della geometria del campo magnetico terrestre, le aurore sono visibili in due ristrette fasce attorno ai poli magnetici della terra, dette ovali aurorali. Le aurore visibili ad occhio nudo sono prodotte dagli elettroni, mentre quelle di protoni possono essere osservate solo con l’ausilio di particolari strumenti, sia dalla terra sia dallo spazio. Le aurore sono più intense e frequenti durante periodi di intensa attività solare, periodi in cui il campo magnetico interplanetario può presentare notevoli variazioni in intensità e direzione, aumentando la possibilità di un accoppiamento (riconnessione magnetica) con il campo magnetico terrestre.

Osservare l’aurora boreale è un momento magico ed emozionante. Questo fenomeno è più frequente in autunno inoltrato e all’inizio della primavera. Ottobre, febbraio e marzo sono i mesi migliori per osservare l’aurora boreale, che generalmente si manifesta tra le 18.00 e la 1.00 di notte.

Scopri qui tutte le nostre proposte per un viaggio a caccia dell’Aurora Boreale

Hai qualche dubbio e vorresti qualche altra informazione? Contattarci alla mail info@blueberrytravel.it.

Non resta che preparare la valigia!

Scritto da:
Roberta ha iniziato a viaggiare a 20 anni e da allora non si è più fermata dando sempre priorità alla scoperta del mondo. Ama il Giappone ed i mondi artici, il suo eroe è Ernest Shackleton ed è mamma di Aurora.

Potrebbe interessarti

Scopri il mondo Blueberry e tutte le persone che ne fanno parte
Viaggio di gruppo guidato in italiano con soggiorno a Reykjavik ed escursioni giornaliere tra geyser, cascate e paesaggi lunari
5 giorni / 4 notti
Voli esclusi
da € 1.090
Scopri
Viaggio con accompagnatore a caccia dell'Aurora Boreale con motoslitte cani husky e renne
5 giorni / 4 notti
Voli inclusi
da € 2.490
Scopri

Articoli recenti

tour in Scozia isola di Skye
Ecco la nostra classifica delle 13 località assolutamente da non perdere durante un viaggio in Scozia. Troverai anche suggerimenti su quanto tempo trascorrere in ognuna di esse
Bueberry-Travel-giappotour-gruppo
Con i nuovi GiappoTour® appena pubblicati, è arrivato il momento perfetto per pianificare la tua avventura nel paese del Sol Levante per estate e autunno 2024
chi viaggia con noi gruppo studio
Durante il nostro ultimo team building abbiamo registrato la prima canzone ufficiale di Blueberry Travel: ecco com’è andata.
Europa-Nord-Sud-norvegia-piatti-tipici-blog-blueberry-travel
Cosa si mangia in Norvegia? Quali sono i piatti tipici norvegesi da provare assolutamente durante un viaggio oltre il Circolo Polare Artico?

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nuove
destinazioni e speciali promozioni

Cerca il tuo viaggio