Contattaci
Parla con noi
Un pomeriggio a Oslo: 4 cose da vedere in poche ore

Immagina di fare un viaggio con scalo aereo a Oslo e avere alcune ore a disposizione per visitare la capitale della Norvegia. Certo, potresti passare quelle poche ora in aeroporto ma perché non ottimizzare il tempo a disposizione per visitare la città? Anche un paio d’ore sono sufficienti per avere un’idea di Oslo e decidere se vale la pena tornarci per una visita futura.

Se hai uno scalo di almeno 4 ore puoi raggiungere il centro della città dall’aeroporto e da lì avere un primissimo assaggio della città, proprio come ho fatto io, toccando i suoi luoghi di maggior interesse situati in pieno centro.

Cosa vedere a Oslo in poche ore? Cosa visitare assolutamente per assaporare il meglio della capitale norvegese? Ecco tutti i miei consigli.

Come raggiungere il centro città dall’aeroporto di Oslo

Il modo più veloce per raggiungere il centro di Oslo è prendere il treno veloce per l’aeroporto: il Flytoget Airport Express Train. Il biglietto costa una fortuna (come qualsiasi altra cosa in Norvegia) ossia circa 20 euro a tratta, ma raggiungerai il centro città in soli 20 minuti. Oltre al treno veloce ci sono altre opzioni, come il bus e altri treni locali, ma consentono di raggiungere il centro con tempi decisamente più lunghi, in circa 45 minuti.

4 cose da vedere a Oslo in un pomeriggio

Il mio itinerario alla scoperta di Oslo ha avuto inizio dalla Stazione Centrale di Oslo, punto di partenza ideale per chi ha poche ore a disposizione da dedicare alla scoperta della capitale della Norvegia.

L’Opera di Oslo

Appena usciti dalla Stazione Centrale di Oslo eccola lì davanti, con il suo design audace e contemporaneo ispirato alle piste da sci norvegesi: l’Opera di Oslo. Si tratta di uno degli edifici simbolo della capitale, sede dell’Opera e del Balletto Norvegese. Anche senza assistere ad uno dei tanti eventi al suo interno, una visita esterna all’Opera e una passeggiata sul suo tetto bianco inclinato – che sembra emergere dal mare – è d’obbligo. La sua vista mozzafiato sul porto di Oslo vale di per sé un pit-stop di poche ore nella capitale.

Karl Johans gate, il viale pedonale principale

La Karl Johans gate è una delle vie principali situate nel centro di Oslo su cui potrai incamminarti subito dopo essere uscito dalla stazione centrale. È una strada pedonale in cui non sono ammesse auto (sapevi che Oslo è Capitale verde europea 2019?) dove è possibile passeggiare tra ristoranti, bar, boutique, negozi e centri commerciali. Inoltre da questo viale si raggiunge a piedi la piazza Slottsplassen dove si trova il Palazzo Reale.

Oslo Street food, il mercato alimentare negli ex bagni pubblici

Questo è un luogo che ho letteralmente adorato a Oslo, e che ti consiglio per una sosta se hai fame (ma anche solo per vedere di cosa si tratta). Sto parlando di Oslo Street food a Torgatta, un vecchio bagno pubblico oggi convertito in un mercato street food al coperto inaugurato a febbraio 2019.

Questo mercato alimentare (il 3^ della capitale) si trova nel centro della città, nella strada che fa da collegamento tra est e ovest in un quartiere che è diventato il melting pot della capitale. Un luogo di ritrovo di tendenza a Oslo che offre un’ampia varietà di stand gastronomici che offrono cibo di strada da “tutto il mondo”: giapponese, caraibico e peruviano, con proposte vegetariane e vegane.
Da non perdere!

Regjeringskvartalet, il quartiere dell’attentato del 2011

Infine, durante una visita nel centro di Oslo può anche accadere di rattristarsi, come è successo a me.
Sicuramente ricorderai che il 22 luglio 2011 Oslo è stata teatro di due terribili attacchi terroristici coordinati volti ad attaccare il governo della Norvegia: uno sull’isola di Utøya, dove sono morti una 70ina di ragazzi del Partito Laburista Norvegese (su Netflix c’è il documentario “22 Luglio” che racconta l’accaduto e che ti consiglio di guardare) e l’altro in centro città a Regjeringskvartalet, il quartier generale del governo a Oslo.

È proprio passeggiando tra i palazzi del distretto governativo che oggi si incontra il Memoriale per la strage di Oslo composto da luoghi commemorativi collocati permanentemente. Tra questi la fermata del tram semi-distrutta e lasciata così come l’ha resa l’esplosione di quel giorno, l’ex ufficio del Primo ministro con le finestre rotte dall’esplosione e il memoriale temporaneo in uso dal 2017 fino a quando i nuovi quartieri governativi non saranno stati completati, tra una decina di 10 anni.

Sai che Blueberry Travel è un Tour Operato specializzato in Tour alla ricerca dell’Aurora Boreale? Se stai pensando ad un viaggio non esitare a contattarci:

Mail: info@blueberrytravel.it
Telefono: 0794812011

E dai un’occhiata qui per tutti i nostri Tour in Norvegia.

 

Francesca Turchi
per Blueberry Travel

Roberta Manis
Scritto da:
Roberta Manis
Roberta ha iniziato a viaggiare a 20 anni e da allora non si è più fermata dando sempre priorità alla scoperta del mondo. Ama il Giappone ed i mondi artici, il suo eroe è Ernest Shackleton ed è mamma di Aurora.
Scopri il mondo Blueberry e tutte le persone che ne fanno parte
PICCOLI GRUPPI
B-TOUR
TUTTE LE PARTENZE
Viaggio di gruppo con accompagnatore per vivere un'immersione totale tra gli scenari mozzafiato dei Fiordi Norvegesi
8 giorni / 7 notti
Voli esclusi
da € 1.490
Scopri
Viaggio con accompagnatore a caccia dell'Aurora Boreale, soggiorno in Aurora Cabin e tante escursioni con motoslitte cani husky e renne
5 giorni / 4 notti
Voli inclusi
da € 2.990
Scopri

Articoli recenti

Akihabara: cosa vedere, e fare, nella città elettrica
Akihabara: cosa vedere, e fare, nella città elettrica
6 Giugno 2024
Gian Paolo Serra
Ecco una lista su cosa vedere, e fare, ad Akihabara, meglio conosciuta come la città elettrica. Luci led scintillanti, Maid Cafe, cultura otaku, negozi di elettronica e molto, molto altro
Emozioni da Capitano! Giorgio Vanni in Giappone con Blueberry Travel!
Emozioni da Capitano! Giorgio Vanni in Giappone con Blueberry Travel!
31 Maggio 2024
Roberta Manis
Il mitico Giorgio Vanni, il nostro Capitano della musica italiana, si prepara a salpare (di nuovo) per un viaggio straordinario: un viaggio in Giappone con Blueberry Travel, il primo tour operator ad essere rientrato nel paese del Sol Levante dopo la pandemia! Giorgio, che non è certo uno che sta fermo, ha deciso di immergersi […]
PICCOLI GRUPPI
B-TOUR
TUTTE LE PARTENZE

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nuove
destinazioni e speciali promozioni

Cerca il tuo viaggio