Contattaci
Parla con noi
Groenlandia: scenari glaciali mozzafiato

Sappiamo che il mondo è vasto, ma in realtà non riusciamo davvero a rendercene conto fino a che non ci fermiamo un attimo a pensarci… Oppure qualcuno non ci racconta fantastiche esperienze vissute in luoghi che per noi sono solo nomi.

Per esempio, poiché non ne sapevo molto, ho fatto una lunga chiacchierata con Manuel, membro del team Blueberry Travel, con alle spalle 25 anni di esperienza nel campo del turismo, soprattutto legato a luoghi lontani lontani e freddi.

Come la Groenlandia.

Avete mai pensato alla Groenlandia? L’avete mai presa in considerazione come meta per un vostro viaggio?
È l’isola più grande del mondo, con una superficie di oltre 1.800.000 kmq, che si trova nell’Atlantico settentrionale, al confine con il Mare Glaciale Artico. Per l’80% è coperta dalla calotta di ghiacciai perenni.

Ho cominciato allora ad immaginare Manuel di spalle, un po’ come nel quadro di Friedrich, che guarda verso un mare di ghiaccio e neve.

Mi ha infatti raccontato che tra le destinazioni dell’Artico, oltre a paesaggi incredibili, ha dei ghiacciai da mozzare il fiato. Iceberg vicino alla costa tra i più vasti mai visti; solo in Antartide è possibile vederne di più grandi.

Scenari glaciali che non sono disponibili altrove

 

Queste le sue parole precise.
Il termine Groenlandia deriva da Green-land, che significa terra verde. Ma in realtà non ci sono alberi! Tuttavia ha preso questo nome poiché quando i primi vichinghi, capeggiati da Erik il Rosso, hanno raggiunto le sue coste circa 1000 anni fa, l’hanno vista così: verde.

Un altro aspetto davvero interessante è quello etnico. Infatti nella parte occidentale della Groenlandia vivono gli Inuit, i veri indigeni dell’Artico. Cacciatori di foche e orsi, grazie a cui riescono a sostentarsi e a sopravvivere in questi luoghi, bellissimi ma anche difficili da colonizzare.
Nunavut, la zona più settentrionale del Canada, è amministrato dagli stessi Inuit.

A quel punto ho voluto saperne un po’ di più riguardo la fauna presente in queste zone. Mi interessa sempre la possibilità di incontrare anche animali che normalmente non potrei vedere.
Si possono vedere i grandi cetacei come balene e orche (che personalmente amo molto), anche trichechi e foche. Putroppo non ci sono pinguini, di nessun tipo (per quelli dovete cambiare emisfero), non sperateci, però in compenso ci sono gli orsi polari, buoi muschiati e renne.

Dove si viaggia in Groenlandia?

 

Per quanto riguarda la possibilità di viaggi e tour, solitamente sono tre le zone che si possono visitare: quella meridionale, quella occidentale e quella orientale. Il nord è inacessibile e inabitato.
A occidente abbiamo la Disko Bay uno dei luoghi più belli per quanto riguarda i paesaggi ghiacciati . Questa baia è abbracciata da due isole che permettono agli iceberg di rimanere compatti e non disperdersi nell’oceano.

Dev’essere davvero un sogno per i fotografi!
Nel cuore della Disko Bay c’è Ilulissat, che d’estate si trasforma in un gigantesco giardino con muschi e licheni dai colori sgargianti.
Immaginate il contrasto tra l’abbacinante bellezza dei ghiacciai e la natura variopinta che sboccia nel periodo estivo.

 

Sole di mezzanotte in Groenlandia

 

E non sono le uniche sorprese che regala questa stagione.
Manuel mi ha raccontato anche che la Groenlandia è conosciuta anche come la terra del sole di mezzanotte, sebbene in molti pensano che si possa vivere solo a Capo Nord.
Un’esperienza strana e soprattutto unica.
Ovviamente il corpo ha bisogno di adattarsi un attimo a questa situazione, ed è importante mettere in atto alcuni accorgimenti, come per esempio decidere che è notte e andare a dormire.

Organizzazione del viaggio in Groenlandia

 

Un altro prezioso consiglio datomi da Manuel è che, poiché come località è spesso soggetta a repentini cambi atmosferici che possono condizionare i voli, sarebbe saggio combinare due destinazioni, lasciando per ultima la Groenalandia, così da essere sicuri di godersi appieno almeno una parte del viaggio.
All’interno del Paese ci si sposta anche spesso in elicottero, altra esperienza da fare per chi non ha mai provato.

Un’esperienza per chi ama la natura, protagonista incontrastata di questa meta, una natura che presenta nella sua forma più estrema e spettacolare.
Sicuramente un viaggio indimenticabile.

Hai qualche dubbio e vorresti qualche altra informazione? Contattarci alla mail info@blueberrytravel.it.

Non resta che preparare la valigia!

Monica Fumagalli
Scritto da:
Monica Fumagalli
Scopri il mondo Blueberry e tutte le persone che ne fanno parte
PICCOLI GRUPPI
B-TOUR
TUTTE LE PARTENZE
CAMP
Tour di gruppo alle Svalbard accompagnato in italiano da Elisa e Luca e con una navigazione esplorativa ai confini della terra.
9 giorni / 8 notti
Voli inclusi
da € 5.290
Scopri
Esclusiva spedizione nell'Artico più estremo per soli 12 viaggiatori
10 giorni / 9 notti
Voli esclusi
da € 10.900
Scopri

Articoli recenti

Quando andare in Giappone: il periodo migliore
Quando andare in Giappone: il periodo migliore
20 Giugno 2024
Gian Paolo Serra
Scopri subito il periodo migliore per andare in Giappone. Nell’articolo troverai info sul clima di ogni stagione e i dettagli per ogni singolo mese. Questo ti permetterà di avere tutto le info per scegliere il periodo migliore per intraprendere il tuo viaggio, anche con riferimento alle località del tuo itinerario e ai tuoi interessi
Akihabara: cosa vedere, e fare, nella città elettrica
Akihabara: cosa vedere, e fare, nella città elettrica
6 Giugno 2024
Gian Paolo Serra
Ecco una lista su cosa vedere, e fare, ad Akihabara, meglio conosciuta come la città elettrica. Luci led scintillanti, Maid Cafe, cultura otaku, negozi di elettronica e molto, molto altro
PICCOLI GRUPPI
B-TOUR
TUTTE LE PARTENZE

Newsletter

Rimani sempre aggiornato sulle nuove
destinazioni e speciali promozioni

Cerca il tuo viaggio