Corea del Sud

Cosa vedere in Corea del Sud: le attrazioni da non perdere durante il tuo viaggio

31 Marzo 2021

Durante il corso degli ultimi anni la Corea del Sud è diventata una destinazione sempre più popolare tra i viaggiatori di tutto il mondo. Sotto la spinta della cultura pop e contemporanea proveniente dal paese, in primis cinema (tutti ci ricordiamo della vittoria di Parasite agli oscar del 2019), serie TV (i così detti K-Drama) e musica moderna, sempre più persone si sono avvicinate allo stile di vita e alla cultura coreana, fino a desiderare di viaggiare per questo sorprendente angolo di Mondo.

Se vuoi scoprire quali sono le località da non perdere, e quanto tempo trascorrere in ciascuna di esse durante il tuo viaggio in Corea del Sudcontinua a leggere. Tutte le info che cerchi sono proprio qui sotto!

 

Cosa visitare in Corea del Sud: La top 7 di Blueberry Travel

Tra  metropoli vibranti, templi millenari, una natura spettacolare e tutto il fascino di alcune tra le isole più splendide di tutta la regione del Pacifico, la Corea del Sud offre al viaggiatore una varietà di luoghi da visitare che ha pochi pari al Mondo.

Per aiutarti a scegliere cosa inserire nel tuo itinerario di viaggio abbiamo quindi stilato la TOP 7 del mirtillo sulle località “da non perdere”. Per ogni luogo troverai inoltre le cose da non farti sfuggire e quanti giorni trattenerti.

Questa lista è perfetta non solo se si tratta del tuo primo viaggio in Corea del Sud (se è il tuo caso ti suggeriamo di visitare almeno 4 delle 7 località qui elencate) ma anche se sei già stato nel paese asiatico una o due volte, visitando magari la sola Seoul.

Senza indugio, partiamo quindi subito con la nostra TOP!

Cosa vedere in Corea del Sud - Seoul Bukchon Hanok

Seoul

Con una popolazione stimata della sua area metropolitana di oltre 20 milioni di abitanti, Seoul è senza dubbio la città più grande di tutto il Paese, e una delle più popolose del Mondo intero. Qui hanno sede la maggior parte delle grandi multinazionali coreane, come Samsung, Hyundai e LG, così come i palazzi che ospitano le istituzioni governative, le università più prestigiose e gli hub di trasporto più importanti di tutta la Corea del Sud.

Nonostante questo Seoul è lontana dall'essere semplicemente la classica grande città dai ritmi frenetici. A volte mi fermo a pensare che l'assonanza tra Seoul e Soul (che in inglese significa anima), descriva benissimo questa metropoli infinita. Seoul rappresenta infatti alla perfezione l'anima della Corea del Sud. Un Paese che ha trovato il benessere grazie alla modernità, ma che guarda sempre al proprio passato per impegnarsi a raggiungere il futuro.

In una via di Seoul potrai trovare grattacieli avveniristici e templi millenari a pochi metri di distanza (se non mi credi dai un'occhiata sulla cartina per verificare quanto distino il COEX Mall e il Tempio Bongeunsa), mercati tradizionali e centri commerciali progettati dalle archistar più famose del globo (e qui mi riferisco al Dongdaemun Design Plaza), ristoranti di lusso e vicoli dove è possibile trovare il miglior cibo da strada.

Da non perdere a Seoul

  • Ammirare la vista della metropoli dall'alto della N Seoul Tower
  • Fare un Tour di almeno due dei cinque palazzi reali (consigliamo il Gyeongbokgung e il Changdeokgung Palace, con visita al Secret Garden)
  • Provare una cena a base di Korean Barbeque
  • Visitare il villaggio di case tradizionali “Hanok” di Bukchon
  • Fare shopping nel mercato di Namdaemun e nel distretto di Insang-dong
  • Fare “serata” ad Itaewon e Hongdae
  • Pranzare al mercato di Gwangjang
  • Acquistare cosmetici e prodotti per lo skin care a Myeong-dong
  • Rilassarsi nel Parco di Banpo Hangang (specie nel fine settimana)
  • Passeggiare per l'elegante distretto di Gangnam (esatto, quello della canzone di PSY)

Quanti giorni trascorrere a Seoul

Se si tratta della tua prima volta in città consiglio almeno 6 giorni. Questo ti darà modo non solo di fare un'immersione nelle attrazioni più importanti della capitale del Paese, ma anche di goderti la bellezza di una metropoli dinamica e sorprendente.

Cosa vedere in Corea del Sud - Seoul vicolo notte

Busan

Metropoli di oltre 3 milioni di abitanti nel sud del Paese, Busan è semplicemente spettacolare. Nonostante venga oscurata dalla fama di Seoul (la capitale è sempre la capitale del resto), la “città sulla spiaggia” rappresenta una delle località assolutamente da non perdere durante il tuo prossimo viaggio in Corea del Sud.

Tra spiagge stupende (Busan ospita Haeundae, la più conosciuta di tutto il Paese), templi costruiti a picco sul mare e attrazioni davvero indimenticabili, Busan si rivelerà probabilmente come una delle sorprese più piacevoli del tuo pellegrinaggio in Corea del Sud.

La città vive in simbiosi con il mare, un rapporto che il viaggiatore capisce facilmente dopo sole poche ore dall'arrivo. Passeggiando per le sue riserve naturali, molte delle quali si trovano proprio sulla costa, visitando il mercato di Jagalchi (il più grande di tutta la Corea del Sud) o ammirando il tramonto da una delle tante spiagge incredibili che costituiscono il confine sud della città.

Da non perdere a Busan

  • Ammirare lo spettacolare tempio sull'acqua Haedong Yonggungsa (la sua bellezza toglie davvero il fiato)
  • Visitare il Gamcheon Cultural Village, il distretto più “cool” e hipster di tutta la città (e con la vista migliore)
  • Fare shopping nel distretto di Nampo dong e salire sulla Busan Tower
  • Fare un pranzo a base di pesce nel mercato di Jagalchi
  • Dedicare almeno mezza giornata ad esplorare il parco di Taejongdae
  • Contemplare la vista notturna del ponte di Gwangan dalla spiaggia di Gwangalli
  • Ammirare lo spettacolo della spiaggia di Haeundae

Quanti giorni trascorrere a Busan

Mantenendo una giusta obiettività (personalmente adoro Busan e ci rimarrei settimane) suggerisco di trascorrere a Busan al meno 4 giorni pieni. Questo ti consentirà di esplorare con relativa calma le attrazioni più importanti, anche considerati i tempi degli spostamenti (la città è molto estesa).

Busan spiaggia di Haeundae

Gyeongju

Vera “capitale culturale” del paese, Gyeongju è una tappa da inserire assolutamente nel tuo itinerario di viaggio in Corea del sud. La città è un vero e proprio museo a cielo aperto; un luogo affascinante e ricchissimo di cultura che non potrà fare a meno di conquistarti.

Tra i suoi confini si trovano tantissimi siti patrimonio UNESCO, che raccontano oltre mille anni di storia del regno di Silla, la dinastia che ha regnato sulla penisola coreana per quasi un millennio. Vuoi sapere il bello? Alcuni tra i monumenti più suggestivi si trovano attorno al centro storico della città, e sono quindi facilmente visitabili a piedi.

Da non perdere a Gyeongju

  • Visitare il tempio sotterraneo di Sekougram e la sua splendida statua del Buddha
  • Ammirare la bellezza del tempio Bulguksa, il più suggestivo di Gyeongju
  • Visitare il palazzo Donggung e il laghetto Wolji (conosciuto anche come Anapji). Se posso darti un consiglio prevedi di andarci almeno due volte, una durante il giorno e una la sera, quando la luce artificiale rende questo splendido angolo di Gyeongju ancora più suggestivo
  • Fare una passeggiata che includa la visita del famoso Tumuli park, l’osservatorio di Cheomseongdae (il più antico di tutta l’Asia) e il ponte Woljeonggyo (anche questo meraviglioso la sera)

Puoi scoprire molto di più sulla città leggendo il nostro articolo su cosa vedere, come arrivare e dove dormire a Gyeongju

Quanti giorni trascorrere a Gyeongju

Personalmente suggerisco due giorni pieni. In questo modo potrai trascorrere almeno una sera per visitare i siti più spettacolari di notte (il palazzo di Donggung e il ponte Woljeonggyo in primis) e spingerti fino al tempio Bulguksa e il tempio sotterraneo di Sekougram (che si trovano fuori città).

Cosa vedere in Corea del sud - Gyeongju Anapji

Isola di Jeju

Jeju è l’isola più grande di tutta la Corea del Sud. Si trova a sud del Paese, nello stretto di Corea, ed è raggiungibile in aereo (ci sono diversi voli al giorno) sia da Seoul, in poco più di un’ora, che da Busan, in poco meno di 60 minuti. E’ inoltre possibile arrivare sull’isola anche da alcune città della costa meridiodnale del Paese (come Mokpo e Henam). In questo caso il tempo di percorrenza varia molto (dalle 3 alle 7 ore circa). Un servizio di linea collega inoltre il porto di Busan a Jeju (ma solo alcuni giorni la settimana). Vista la distanza ti sconsiglio però questa opzione.

Jeju è un’isola vulcanica unica, che può vantare un paesaggio estremamente affascinante. Non a caso è stata designata come patrimonio UNESCO e, oltre ad un ambiente naturalistico stupendo, ospita alcune spiagge splendide, musei innovativi ed offre una cucina, specie di pesce, eccezionale.

Se posso darti un consiglio valuta il noleggio di un’auto durante il tuo soggiorno. Le attrazioni dell’isola sono abbastanza lontane le une dalle altre e spostandoti in macchina potrai utilizzare al meglio il tempo a tua disposizione.

Inoltre il costo del noleggio è abbastanza contenuto, il traffico più che accettabile e si tiene la destra, proprio come da noi. Attenzione, per noleggiare l'auto è però necessaria la patente internazionale.

Se non ti va di guidare potrai comunque spostarsi in maniera abbastanza agevole utilizzando il sistema di trasporti pubblici presente sull’isola, che consiste in diverse linee di autobus (non ci sono ferrovie).

Da non perdere a Jeju

  • Scalare il monte Halla, vulcano che si trova al centro dell’isola e alto 1.950 metri. Se un po' di fatica non ti spaventa tieni conto che occorrono circa 6 ore tra salire e scendere dalla cima e che esistono percorsi di hiking anche per scalatori non esperti
  • Raggiungere la cima del Seongsang Ilchlbong, un gigantesco cono di tufo prodotto di un’esplosione vulcanica avvenuta circa 5.000 anni fa   
  • Fare una passeggiata tra i maestosi alberi della foresta di Bijarim
  • Esplorare la caverna di Manjanggul, che si estende nel sottosuolo per oltre 8km (ma solo uno è visitabile)
  • Fare il bagno nella splendida spiaggia di Hyeopjae

Quanti giorni trascorrere a Jeju

L’isola è perfetta per un periodo di r.r. (riposo e relax). Tuttavia, se vuoi visitare Jeju solo per ammirarne le attrazioni da non perdere, 3 giorni possono essere sufficienti

Cosa vedere in Corea del sud - isola Jeju Oedolgae

DMZ (la zona demilitarizzata)

La DMZ (Demilitarized Zone) è una striscia di terra che si estende per 2km a nord e a sud del confine tra le due coree. Più o meno segue la linea del 38° parallelo e, a discapito del nome, è una delle zone più militarizzate del globo.

È stata istituita durante gli accordi che hanno dato seguito all’armistizio siglato il 27 luglio 1957. La sua lunghezza complessiva supera i 250km e, da alcuni punti di osservazione che si trovano lungo il perimetro, è possibile vedere la Corea del Nord.

Lungo la DMZ, precisamente nel villaggio di Panmunjeom, si trova la Joint Security Area (JSA), utilizzata dai governi delle due coree per discutere e stringere accodi diplimatici e commerciali.

Da non perdere nella DMZ

  • Attraversare lo Unification Bridge, un simbolo di speranza, riunificazione e pace
  • Visitare la DMZ exibition hall, contenente materiale audio-video della guerra di Corea
  • Scendere lungo il “third infilation tunnel”, uno dei quattro tunnel costruiti dalla Corea del Nord allo scopo di lanciare attacchi a sorpresa ai vicini del sud. Questa attività non è adatta a persone che soffrono di claustrofobia
  • “Dare uno sguardo” alla Corea del Nord, uno dei paesi più sconosciuti al Mondo, dall’osservatorio di Dora

Quanti giorni trascorrere nella DMZ

Puoi fare un’escursione in giornata alla DMZ da Seoul. Ci sono diverse compagnie che offrono questa attività ogni giorno (escluso il lunedì), con guide parlanti inglese. Ricordati di portare con te il Passaporto.

Cosa vedere in Corea del Sud - DMZ zona demilitarizzata

Jeonju

La città di Jeonju si trova nella regione di Jeolla, a circa 2 ore di treno KTX (il treno super veloce) da Seoul. Pur essendo molto popolare tra i coreani, che ne riconoscono il ruolo di capitale “spirituale” del paese, è ancora relativamente sconosciuta a noi occidentali.

Jeonju è una città che sorprende sotto molti aspetti. Letteralmente piena di templi e case tradizionali in stile “Hanok”, è uno dei luoghi dove è possibile respirare un’atmosfera tradizionale e autentica, che la rendono una tappa perfetta durante un viaggio in Corea del Sud.

A Jeonju è nato uno dei piatti più famosi della cucina coreana, il Bibimpap, ed è riconosciuta come la città dove si mangia meglio in tutto il Paese. Persino l’UNESCO ha riconosciuto questo ruolo, nominandola nel 2012, “City of Gastronomy”.

Da non perdere a Jeonju

  • Esplorare il Jeonju Hanok Village, che ospita oltre 600 abitazioni tradizionali stile “Hanok"
  • Fare shopping al mercato tradizionale di Nambu, dove viene venduto un po' di tutto, dal cibo al vestiario fino all’arredamento.
  • Visitare il santuario di Gyeonggijeon e ammirare il ritratto del Re Tae-jo, il fondatore della dinastia di Joseon
  • Scoprire il lato hipster di Jeonju visitando il Jaman Mural Village
  • Fare shopping nella via Taijo-ro e ammirare la vista del villaggio di Hanok dal punto panoramico di Omodae

Quanti giorni trascorrere a Jeonju

Se vuoi limitarti a visitare le attrazioni più importanti della città possono essere sufficienti due giorni (ma personalmente nel consiglio 3).

Cosa vedere in Corea del sud - Jeonju hanok village

Tempio di Guinsa

Il tempio di Guinsa si trova tra le montagne di Sobaeksan, appena fuori dalla città di Danyang ed è la sede principale della setta buddista di Cheontae, una delle più importanti del Paese.

Nonostante sia stato edificato nel 1945, e quasi interamente ricostruito nel 1965 a seguito della guerra di Corea, il tempio è uno dei più affascinanti di tutta la Corea del Sud. L’isolamento e la natura che lo circonda, rende questo luogo ideale per dedicarsi completamente alla preghiera e alla meditazione.

Inoltre è possibile pernottare all’interno di questo Santuario provando, almeno per un giorno, lo stile di vita che viene seguito dai monaci buddisti. Il tempio si estende per una vasta area di oltre 15.000 mq e ospita una cinquantina di edifici, i più importanti dei quali sono il padiglione Daebeopdang e il monumento Beopeobi, dedicato al fondatore del tempio, il monaco Sangwol.

Quanti giorni trascorrere nel tempio di Guinsa

Il mio consiglio è quello di dormire nel tempio, arrivando magari in tarda mattinata del primo giorno, per poi ripartire il pomeriggio del giorno seguente.

I migliori Tour Blueberry Travel per visitare la Corea del Sud

Ti ringrazio per aver dedicato del tempo alla lettura questo articolo. Spero possa esserti utile per pianificare al meglio il tuo itinerario in Corea del Sud.

Sapervi che Blueberry Travel è specializzato nell'organizzazione di viaggi in Corea del Sud? Offriamo esperienze di viaggio in questo paese fantastico sia con i nostri piccoli gruppi B-Tour che con proposte ad hoc cucite su misura per te.

Grazie ai nostri B-Tour potrai scoprire la Corea del Sud in piccoli gruppi, con Tour Leader parlanti italiano esperti conoscitori della destinazione, che ti seguiranno passo dopo passo per farti vivere un’esperienza di viaggio indimenticabile.

Corea del sud - viaggio Blueberry Travel

I nostri viaggi individuali e su misura sono invece perfetti se vuoi vivere la tua avventura in modo esclusivo e personalizzato ma avendo sempre la nostra assistenza H24.

Oltre al numero di emergenza Blueberry Travel, da contattare in caso di necessità, avrai a disposizione la nostra Blueberry App, contenente l'itinerario suggerito giorno per giorno, le nostre mappe interattive, con le info sulle attrazioni da visitare, come raggiungerle e altri utilissimi consigli di viaggio (pass giornalieri per i mezzi pubblici, ristoranti suggeriti e altro ancora).

Sarai inoltre accolto in aeroporto da un nostro collaboratore parlante italiano che, oltre ad accompagnarti al tuo hotel, ti fornirà alcuni primi preziosi consigli su come vivere il tuo viaggio al meglio.

Il giorno seguente al tuo arrivo in Corea del Sud, potrai svolgere un'escursione privata di 8 ore con un nostro Urban Explorer, profondo conoscitore dei luoghi in cui ti accompagnerà.

L'accoglienza in aeroporto e la giornata con il nostro Urban Explorer renderanno l'impatto con la Corea del Sud, che a volte può comportare un vero e proprio shock culturale, molto più dolce.

Nei nostri viaggi su misura potrai goderti al massimo la tua libertà, sfruttare al meglio il tempo che trascorrerai in Corea del sud e risparmiarti serate intere a navigare su internet per organizzare il tuo viaggio. Così elimini seccature, preoccupazioni e timori.

Se sei interessato a saperne di più puoi consultare la nostra pagina di viaggi in Corea del Sud. Se vuoi maggiori informazioni non esitare a contattarci via telefono, allo 0794812011, mail info@blueberrytravel.it o canali social.

annyeonghi gaseyo!!

Gian Paolo Serra

 

Newsletter

Odiamo lo spam tanto quanto te. Ti invieremo solamente alcune comunicazioni inerenti i nostri viaggi ed in nessun caso il tuo indirizzo sarà dato ai nostri partner.